Privacy Policy Cookie Policy

Risorse

Il progetto ‘Sostenibilità Italiana per l’Ospitalità’ è stato testato e valutato secondo i criteri del Marchio Collaborativo LICET dell’associazione Aregai .

I criteri di attenzione al Legame con il Territorio, all’Innovazione, alla Competitività ed alla Correttezza, All’Ecosostenbilità ed alla Tutela della Persona sono stati applicati in considerazione dei risultati ottenibili dall’applicazione del progetto, sia a livello aziendale che territoriale.

Laboratorio Monferrato

Modelli di ospitalità sostenibile delle piccole imprese agroalimentari e dell’accoglienza

Rendere le persone e le imprese del settore turistico e agroalimentare del territorio dei paesaggi vitivinicoli capaci di generare, in modo consapevole, benessere equo-sostenibile e durabile, per se stessi e per il territorio.

[/vc_column]

Sostenibilità Identitaria per l’ospitalità

Il modello SIO è la soluzione per valorizzare il tuo stile di ospitalità perché aiuta a differenziare sul mercato le tue competenze e conoscenze attestando la capacità di tramandare nel tempo e rendere attuali le pratiche ed i valori della Dieta Mediterranea (slide 6).
Essere sostenibili per l’ambiente, per la società e per il tuo territorio è l’unico modo possibile per creare anche benessere, non solo profitto. L’identità mediterranea si basa sul concetto di conservazione, ospitalità, accoglienza ed inclusione. E’ l’unica sostenibilità possibile, autentica e distintiva. La sostenibilità che il nuovo viaggiatore – quello trasformativo – chiede.

Il progetto ‘Sostenibilità Identitaria per l’Ospitalità’ è stato validato secondo i criteri del marchio collettivo LICET dell’Associazione AREGAI.

La sostenibilità turistica italiana e la valorizzazione della Dieta Mediterranea

“Abbiamo ricevuto la terra in prestito dai nostri nonni per lasciarla ai nostri figli”

Come misurare e comunicare in modo partecipato

Il marchio collaborativo LICET si differenzia da altri sistemi di qualifica e di certificazione perché non è da considerarsi un “bollino” rilasciato al termine di una certificazione, ma un percorso che accompagna, passo dopo passo, lo sviluppo secondo un sistema a credibilità crescente.

Turismo enogastronomico

“Non si tratta di sottolineare solo i successi economici di questo settore, ma di ribadire lo stretto legame che esiste tra storia, cibo e cultura nel nostro paese”

Roberto Devincenzo – Presidente ISNART

Ospitalità Italiana e Dieta Mediterranea

Secondo l’UNESCO “la dieta mediterranea rappresenta un insieme di competenze, conoscenze, pratiche e tradizioni che vanno dal paesaggio alla tavola, includendo le colture, la raccolta, la pesca, la conservazione, la trasformazione, la preparazione e, in particolare, il consumo di cibo.