Privacy Policy Cookie Policy

Soluzioni PER PICCOLE/MEDIE IMPRESE E START UP

Sei una piccola/media impresa o una start up ricettiva e/o ristorativa con potenziale ancora inespresso?

Hai ogni giorno camere vuote in albergo o sedie vuote al ristorante?

Vorresti saper comunicare di più e meglio ‘il buono, il bello ed il ben fatto’ della tua struttura? Comprendi di aver bisogno di aiuto, di dover delegare, ma non puoi permetterti di assumere altro personale?

In breve, vorresti condurre un’azienda felice?

Spesso, la risposta a queste domande sta essenzialmente nella corretta adozione di un METODO, che ti permetta, con un investimento ragionevole, di ottenere soluzioni. Come?

Con BIZCHECK

  • Formando il tuo personale alla condivisione ed al raggiungimento degli obiettivi aziendali in maniera autonoma ed in linea con i tuoi obiettivi;

  • Sistematizzando il tuo lavoro, aiutandoti a delegare, affinché tu possa dedicare più energie alla crescita aziendale e sempre meno alla mera operatività giornaliera.

  • Con METODO XENÍA

  • Acquisendo buone e semplici pratiche di sostenibilità ambientale, sociale ed economica che, con una corretta strategia di comunicazione, ti aiuteranno a massimizzare i tuoi profitti .

Esempio:

la gestione della cucina del ristorante/hotel non è performante, a causa di eccessivi sprechi, scarsa capacità di riciclo e di corretta conservazione degli alimenti. Manca un metodo di gestione condiviso tra titolarità e staff. Si rischiano addirittura sanzioni, per mancato o insufficiente adeguamento alle normative HACCP.

MEDITERRANEA CONSULAB interviene sul controllo di gestione operativa, attraverso consulenti di provata esperienza, in grado di fornire il metodo operativo rispettoso delle norme di legge nazionali e comunitarie in tema di HACCP e sostenibilità alimentare.  MEDITERRANEA CONSULAB forma lo staff su come:

  • ottimizzare la gestione della cucina, in termini di utilizzo, ri-utilizzo, riciclo e conservazione degli alimenti

  • monitorarne l’efficienza in termini di sostenibilità. (il 18/4/18, il Ministero della Salute italiano ha emesso circolare relativa a ‘Linee di indirizzo rivolte agli enti gestori di mense scolastiche, aziendali, ospedaliere, sociali e di comunità volte a prevenire e ridurre lo spreco connesso alla somministrazione degli alimenti’. A breve seguirà circolare inerente anche la ristorazione commerciale e non solo collettiva.).

Perché un corretto METODO di gestione non può prescindere dal rispetto di criteri di sostenibilità? 

Perché le imprese ricettive e ristorative, rispondendo ai bisogni primari della persona (genericamente, vitto  ed alloggio)  vivono una cogente e pressante esigenza di RICONOSCIMENTO del ‘buono, bello e ben fatto’, di buone pratiche messe in atto e spesso, erroneamente, date per scontate. Il merito che deriva dal riconoscimento è tanto più importante per le strutture ricettive e ristorative, in quanto:

  Luoghi in cui ogni servizio reso mira non solo alla fruizione di un’esperienza, bensì anche a migliorare la qualità di vita di un territorio ;

 

  Luoghi che, per loro ‘core business’, favoriscono la convivialità ed il rispetto reciproco;

 

  Luoghi di cui ‘raccontare’ le buone pratiche, in modo che queste possano essere divulgate, diventino fonte di ispirazione a far bene e soprattutto si trasformino in magneti di redditività

In sintesi:

lo sviluppo economico è compatibile con l’equità sociale e gli ecosistemi: l’equilibrio delle tre “E” -Ecologia, Equità, Economia  – si realizza con la capacità della governance aziendale di garantire interconnessioni stabili tra società, ambiente e redditività.

Questo è particolarmente vero per il settore alberghiero e ristorativo.