Privacy Policy Cookie Policy

La Redditività

La redditività

Il Buono, il Bello ed il Benfatto

Con il termine ‘ospitalità’ si esprimono inclusione, accoglienza, convivialità, accettazione e scambio. Per essere ospitali, per condurre un’azienda che si dedica con passione e dedizione al proprio ‘core business’, bisogna apprezzare sinceramente non solo l’ospite (che ci porta il fatturato), ma far sì che questi si senta accolto in un ambiente ‘favorevole’ alla sua permanenza lontano da casa.

Tuttavia, oggi l’ospite NON cerca più la propria casa, in viaggio.

Egli desidera piuttosto arricchirsi di esperienze nuove ed è disposto a pagare per raggiungere il suo obiettivo.

  • E’ un ospite ‘creativo’, che desidera l’interazione con la gente del luogo.

  • E’ un turista della ‘conservazione’, vale a dire che si impegna a non danneggiare il luogo in cui si trova ed a salvaguardarlo, talvolta anche con un impegno economico.

  ‘La sostenibilità come modello di sviluppo impone il bisogno di soddisfare le richieste della società di oggi, senza impedire che le future generazioni godano delle risorse necessarie per soddisfare le proprie esigenze di sopravvivenza. Lo sviluppo di un Paese non può essere raggiunto con uno sfruttamento incontrollato delle sue risorse – naturali, culturali e sociali – fino al punto da sradicarle o distruggerle. Inoltre, è indiscutibile che tutte le comunità locali possano godere dei mezzi per sopperire alle proprie necessità con il lavoro, il cibo, la casa, la salute.

Nel turismo, quindi, la sostenibilità non è solo la risposta ad una domanda di mercato: ora essa è l’INDISPENSABILE CONDIZIONE PER COMPETERE E SOPRAVVIVERE.

I turisti, oggi sono sempre più consapevoli. Cercano opportunità di interazione con le comunità locali , dimostrano profondo interesse per gli aspetti socio-culturali , richiedono alti livelli di servizio e sempre più adottano comportamenti consapevoli volti alla difesa dell’ambiente ed alla conservazione degli usi locali. Li chiamiamo TURISTI DELLA CONSERVAZIONE, coloro che attuano, in tutte le fasi dell’organizzazione del viaggio, comportamenti proattivi alla sostenibilità’ (CAYUGA HOTELS –Experience & Sustainability – Updated Sustainability Concept & Work Plan for the Cayuga Collection of Sustainable Luxury Hotels and Lodges 2017)

STARE BENE SENZA LASCIARE IMPRONTE

 Questo è alla base di un nuovo concetto di felicità, misurato con l’HAPPY PLANET INDEX (HPI) (www.happyplanetindex.org) e che l’operatore turistico deve conoscere come tendenza sempre più prepotentemente emergente, per ‘agganciare’ il mercato:

L’HPI identifica come la felicità sia influenzata da fattori che hanno molto a che vedere con il sistema di valori della ‘Dieta Mediterranea’  e che determinano le scelte di acquisto. Vale la pena approfondire ‘le leve’ della sostenibilità mediterranea.

Le leve

MEDITERRANEA CONSULAB manovra sei leve:

e  ti fornisce le competenze utili a muoverle in autonomia, per generare reddito:

1 –  CULTURA – Creazione e conservazione del ‘senso del luogo’

2 – RISPARMIO DELLE RISORSE – Conservazione dell’ambiente naturale e supporto alla biodiversità

3 –  LAVORO ED IMPATTO SOCIALE – Benessere sociale, psichico e salute

4 –  INCLUSIONE – Applicazione di pratiche di ospitalità efficienti, efficaci e sostenibili (ospitalità e gastronomia)

5 – RECIPROCITA’- Sviluppo di opportunità per gli abitanti del luogo e della comunità

6 –  EFFICACIA – Partecipazione attiva all’educazione ed all’istruzione nella comunità

AZIENDA FELICE + OSPITE SODDISFATTO = CRESCITA DEL FATTURATO

 

Questo nuovo paradigma sta e starà per anni, alla base delle scelte turistiche internazionali che prevedono, entro il 2020, circa 2 miliardi di spostamenti!

Pensi che una percentuale di quei 2 miliardi possa interessarti e portarti un beneficio economico?

Se sì, CONTATTACI per una prima consulenza gratuita!